venerdì 7 settembre 2012

Day 4

Oggi non sono andata a scuola. Merda! Non so neppure se esserne felice. Stamattina la strada di fronte a casa era invasa da auto dei Carabinieri. I lampeggianti ruotavano furiosamente sopra il tetto di ogni auto. C'erano Carabinieri un po' ovunque. Sembravano interessati alla casa del vicino, quella col cane rompicoglioni. Tra loro scorgo anche Frate Tac. Sta parlando con un ufficiale. Annuisce, come al solito, con le mani giunte sulla panza. C'è anche un'ambulanza.

Mi fermo dall'altro lato della strada. Ammetto di essere curiosa. I caramba controllano tutto, persino le foglie dei cespugli che delimitano il cortile. Il cane è accucciato ai piedi del prete. Non riesco a sentire ciò che si dicono. Mi arrivano solo i brusii delle radio intervallati da comunicazioni ancora più incomprensibili. Poi la porta della villetta si apre. Ne escono due infermieri con una barella. Sopra c'è una sacca nera, tipo quelle che si vedono nei film, dove vengono messi i... Merda! Il mio vicino è morto!
Sta a vedere che il cane era tanto agitato perché voleva attirare l'attenzione, magari per aiutare il suo padrone. Va a finire che l'abbiamo lasciato morire chissà come, che magari avremmo potuto salvarlo se avessimo capito ciò che voleva il cane. Porca Puttana!

Gli infermieri si fermano davanti al prete. Il cane alza lo sguardo. Uno dei due uomini apre la zip a sufficienza perché Frate Tac possa vedere il volto di chi è contenuto nel sacco. Lo vedo annuire. La zip viene richiusa. Il corpo viene caricato sull'ambulanza. Uno dei due infermieri sale a bordo dietro, con la salma. L'altro va in cabina. Il motore sbuffa, qualche manovra tra i fumi neri dello scarico di un diesel scarburato, e poi parte accendendo le sirene.

Frate Tac mi nota. Non posso certo nascondermi. Mi fa un cenno, vuole che mi avvicini. Merda! Il carabiniere con cui parlava mi studia come se fossi il nemico pubblico numero uno. Alle orecchie ho Death's Head. La Interrompo per fare attenzione a ciò che diranno di me.
«Lei è Clara - dice indicandomi - Si occuperà del cane».
Lo guardo come se il prete fosse sceso in quell'istante da una astronave Klingon. Ma è scemo? E come lo spiego a Padre e Madre? Quelli mi seppelliscono viva se porto a casa un animale senza essere 'autorizzata' con carta bollata e firmata da entrambi.
Il prete continua come se fossi una semplice sagoma di cartone «Sono sicuro che la ragazza non vuole che questo cane finisca in un canile...», pronuncia la parola 'canile' come se fosse in realtà 'lager'. Lo guardo con occhi interrogativi. Il cane fa altrettanto.
Il carabiniere conferma «Non possiamo occuparcene noi», la radio gracchia alle sue spalle «Devo chiamare l'accalappia cani?».

E' tutto sulle mie spalle, quindi. Che stronzi. Se dico no, il cane andrà a fare una vita d'inferno. Se dico sì, sarò io a fare una vita d'inferno. Mi vedo già, in pieno inverno, nella neve alta mezzo metro, a far pisciare questa bestia contro un tronco rinsecchito.
«Penso a tutto io - dice il prete - ai documenti e quant'altro», Dio quanto odio la parola 'quant'altro'.
Il carabiniere si allontana soddisfatto. "Ehi? Io non ho ancora accettato!" penso mentre il cane mi annusa scodinzolando.
«Te la senti?», mi chiede il prete. Che stronzo! E' un po' tardi per chiederlo, no? Metto le cuffie e agito l'iPod. Parte Room for One More.


Mi allontano senza cagarlo di striscio. Il cane mi segue con la lingua di fuori, scodinzolando. Non so neppure come si chiama. Ecco la risposta. E' gridata dal prete alle mie spalle «Si chiama Angel!».

Piacere di conoscerti, Angel.

Per chiunque sia in ascolto... Mi chiamo Clara e ho 16 anni. 

6 commenti:

  1. giuseppe tararà8 settembre 2012 01:11

    secondo me questo potrebbe avere dei risvolti positivi! puoi addestrare il cane per azzannare alla gola quelle 3 puttanelle che ti hanno dato fastidio l'altro giorno! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché no! Potrebbe essere una buona idea... sempre che il bastardo non mi si rivolti contro!!

      Elimina
    2. giuseppe tararà8 settembre 2012 10:56

      i cani sono molto più affidabili e sinceri delle persone! quindi se ti ha scodinzolato all'inizio vai tranquilla! ;)

      Elimina
  2. Carissima Clara, vedo un po' troppa supponenza e sufficienza nei tuoi comportamenti. Non lo sai che le cattive ragazze vanno bene solo per i film di serie B e le canzoni del cazzo che ascolti? Questo non vuol dire che tutti gli altri siano santi! Ma est modus in rebus! Frate Tac non sempre ha torto in quel che dice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu chi saresti per darmi lezioni di vita?

      Elimina
    2. Io sono nessuno e tutti. E ti tengo d'occhio.

      Elimina